Pubblicato in: Raccontinternet

Il bambino con il cuore di fuori


Dove si narra di Palmino, un bambino che aveva il cuore fuori dal petto.

Era una rarissima malformazione genetica che lo esponeva ad un continuo pericolo di morte: un buco nel petto da dove si vedeva il cuore pulsare. Il suo cuore non aveva protezioni. Una gioia che faceva esultare un bambino normale a lui faceva battere il cuore talmente forte, che rischiava di esplodergli. Ma la cosa più grave era che non poteva mentire, perché quando lo faceva il cuore gli batteva forte e tutti se ne accorgevano.

Crebbe costretto ad essere sincero, ché era l’unico per non morire giovane per esplosione di cuore. Sarebbe stato il primo al mondo e non gli andava proprio di fare il “precedente clinico-giuridico”.

Verso i ventinove anni si rese conto che essere sincero non fruttava: non gli consentiva di far carriera, o ad avere un rapporto sentimentale duraturo.

La speranza gli si materializzò inaspettata una notte, sotto forma di pubblicità su un’emittente privata. La televendita, tra una donna nuda e l’altra, offriva in saldo Protector miracle blade, una specie di armatura alla Iron Man.

Avrebbe potuto usarla per proteggersi il cuore. Finalmente avrebbe potuto mentire. Finalmente avrebbe potuto essere come tutti gli altri. Poi Iron Man faceva tanto fico e tutte le donne lo avrebbero amato come Robert Downey Junior. Non era sicurissimo di questa cosa, ma era talmente contento, ché il cuore cominciò a battergli troppo e fece quello che faceva sempre per rallentarne i battiti: si fece un selfie.

Chiamò il numero e la sua speranza si sgonfiò come un palloncino bucato. L’armatura, fatta con il materiale che rivestiva lo Shuttle, costava 12.000,75€. Con la sua misera pensione di invalidità civile di 299,34€ al mese, era riuscito ad accumulare solo 6745,63€.

Fu allora che accettò quello che non avrebbe mai creduto di riuscire ad accettare, perché se c’era una cosa che odiava era suscitare compassione: l’intervista di Barbara d’Urso.

Dopo un calvario di faccine incartarattristite di Barbara d’Urso, intascò i meritati 5255,12€ pattuiti e corse subito ad acquistare Protector miracle blade, che risultò essere della stessa porcellana dei cessi e non del materiale dello Shuttle, ma funzionò lo stesso.

Non sapeva dire se il suo successo fosse derivato dall’armatura alla Iron Man o dalla popolarità televisiva per l’intervista, fatto sta che tutti cominciarono a cercarlo.

Cosa più importante è che adesso era in grado di mentire, senza che gli altri se ne accorgessero, o almeno non di più di quanto se ne accorgessero con qualsiasi altro. Adesso si sentiva accettato. Si sentiva finalmente come gli altri.

Il successo andò avanti per un po’, due settimane per l’esattezza, fino all’intervista doppia di Barbara d’Urso all’uomo con la forfora sui polpastrelli e all’uomo chiamato “Rutto”.

Ma la cosa che non riusciva più a sopportare era proprio essere come gli altri. Dire la verità era ciò che aveva odiato con tutto se stesso e adesso non vedeva l’ora di ricominciare a dirla, perché bello tutto, belle le feste ed il successo, ma le bugie lo avevano stufato. Non c’era proprio abituato. Voleva tornare ad essere quello che era sempre stato. Strana la vita. Ce l’hai sotto gli occhi e neanche te ne accorgi.

Il suo Protector miracle blade fu ritrovato sotto Ponte Sisto e di lui si persero le tracce. C’è chi dice di averlo visto con quelli di Emergency, dove i cuori fuori dal petto sono sempre ben accetti. Ma questa è tutta un’altra storia.

Annunci

Autore:

Dopo aver svolto il servizio militare al fianco di Annibale Barca, si laurea in metafisica empirica ad Oxford nel 1745. In veste di ghost writer, ha collaborato alla stesura di numerosi capolavori, anche se la sua idea di cambiare il titolo di “Guerra e Pace” in “Un supplì al telefono” viene incomprensibilmente bocciata da Lev Tolstoj. Attualmente vive.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...