Lussuria

Tony Munafò dixit.

Rieccomi. Puntuale e fastidioso come la rata del mutuo, l’unica cosa che dura per sempre, altro che i diamanti o l’amore della mamma.

Stavo rileggendo la definizione di lussuria: incontrollata sensualità, irrefrenabile desiderio del piacere sessuale fine a sé stesso, concupiscenza, carnalità.

Anche questo vizio ce l’ho e per trentatré anni ce l’ho avuto solo potenzialmente e non in pratica. Diciamo che ce l’avevo artigianalmente, nel senso di lavori a mano, ma poi, grazie a Junior che mi ha levato il blocco con Reboot, ho cominciato anche io a praticarlo e devo dire che non è niente affatto male come vizio capitale. Altro che bug, è una ficata assoluta. Continua a leggere