Pubblicato in: Storytelling

Come NON pubblicare un romanzo – I personaggi

Dove Alfio Cantalamessa, aspirante scrittore, è alle prese con la perigliosa impresa di trovare i personaggi per il romanzo intitolato “Il coraggio di volare via”.

Continua l’avventura iniziata in:

  1. Come NON pubblicare un romanzo – Introduzione;
  2. Come NON pubblicare un romanzo – L’argomento.

Alfio Cantalamessa, aspirante scrittore di sicuro successo, di Rocca Lumia, in provincia siciliana di Ennatafimi, è alle prese con il problema dei problemi dello scrittore: la paura del foglio bianco.

La grande riunione familiare ha stabilito che deve iniziare dai personaggi. Ok, ma come si fa? Ma soprattutto com’è fatto un personaggio? Di che materia è costruito?

Beh è facile, un personaggio è un tizio che fa delle cose in una storia ed il personaggio più importante di tutti si chiama personaggio ed è colui di cui parla storia.

Ok, pronto a iniziare. Alla ricerca del protagonista.

Dopo pensa e ripensa da fargli venir mal di testa e dopo una pausa di riflessione di cinque giorni cinque, trascorsi nella casa al mare, per confrontarsi in tranquillità con se stesso e la natura, Alfio Cantalamessa torna a casa con un elenco di personaggi papabili per il suo best seller dal titolo Il coraggio di volare via.

  1. Steven, molto sensibile trentenne, che vive male la costrizione della piccola provincia, che non comprende il suo immenso talento letterario, perché di mentalità troppo ristretta e prende il coraggio a due mani e lascia casa per affrontare e vincere il mondo;
  2. Jonathan, molto sensibile trentenne di un piccolo paese a cui la provincia va stretta e decide di chiedersi in un ostinato mutismo.

Mai c’era stato, almeno a memoria di Alfio, un così largo ed unanime consenso plebiscitario in casa casa Cantalamessa. Tira aria di Corea del Nord, alla quale la solita invidiosa sorella Rosetta opponeva la usuale indelicata resistenza.

Viene scelto il personaggio numero uno, Steven, che tanto assomiglia al genio di famiglia, che fremeva per mettersi a comporre Il coraggio di volare via, sicuro capolavoro del millennio.

A nulla valgono le osservazioni della sorella Rosetta, che fa notare che a nessuno interesserà la storia di uno di Ricca Lumia.

La stizzosa adolescente viene relegata in stanza sua, con l’accusa infamante di invidi perniciosa.

«Ma chi è ‘sto Steven?»
«Sarà uno dei suoi amici del calcetto.»
«Giusto, il nipote di comare Assuntina, che sono emigrati in America.»

Ma un nuovo ostacoli si frappone tra Alfio e la gloria. Lui che non ha mai scritto un romanzo, non sa da dove iniziare a scrivere un’opera di narrativa.

DOES AND DONT’S

DONT’S

  • Non creare mai personaggi che non siano altro che declinazioni di te stesso. Un personaggio del genere non riuscirebbe a soporavvivere una volta superata la soglia di casa tua;
  • non creare personaggi che non siano sfacciatamente personificazioni di concetti o idee: sarebbero noioso dopo circa due capoversi;
  • non fissarti sull’idea che i personaggi debbano essere persone fisiche strafiche, perché hai ancora in mente gli ultimi romanzi che hai letto: tu non sei un autore di Best Seller, o almeno non lo sei ancora, altrimenti non staresti leggendo questo post;
  • non creare personaggi che non decidano mai nulla, ma che subiscano solo le situazioni. In altre parole non creare personaggi che non abbiano alcuna arco di cambiamento, cioè identici a alla fine della storia, rispetto a come lì abbiamo incontrati all’inizio.

DOES

  1. Crea personaggi che riescono a superare i limiti del tuo condominio e che riescano ad interessare anche un benzinaio nel Missouri;
  2. i personaggi non sono concetti ma vettori, e si definiscono in base alle scelte che fanno e alle conseguenze che ne pagano;
    crea personaggi che siano alle prese continuamente con sclete difficili, dure, che mettano a rischio la proia vita, sia in senso fisico che come insieme di valori;
  3. fai in modo che alla fne la sua vita e i suoi valori siano cambiatoi, Quessto è avere un arco di cambiamento interessante;
  4. qualsiasi cosa può essere un personaggio. Firmino è un topo. Sono due le condizioni affinché un personaggio veda la luce: 1. che sia in grado di scegliere; 2. che sia in grado di pagare le conseguenze delle proprie scelte.

Esempi

Resta ben inteso che l’unico parametro che userò per consigliarti è il mio gusto non personale, ma personalissimo.

Storie brutte

  1. Un ragazzo, dopo aver subito un’operazione alla testa,, non è più in grado di prendere decisioni e non può far altro che guardare la vita che passa;
  2. un ragazzo è talmente raccomandato, che qualsiasi cosa faccia, viene sistemata dal padre potentissimo.

Storie interessanti

  • Un uomo perde il lavoro e si trova nella condizione di dover scegliere se iniziare a fare rapine per per mantenere la famiglia o continuare ad essere la persona onesta che è sempre stata;
  • un uomo scopre un modo per realizzare qualsiasi  desiderio, ma ad ogni desiderio realizzato la sua vita si accorcia (cit. La pelle di zigrino di Honoré de Balzac;

Per oggi è tutto. Ci vediamo al prossimo post.

Annunci

Autore:

Dopo aver svolto il servizio militare al fianco di Annibale Barca, si laurea in metafisica empirica ad Oxford nel 1745. In veste di ghost writer, ha collaborato alla stesura di numerosi capolavori, anche se la sua idea di cambiare il titolo di “Guerra e Pace” in “Un supplì al telefono” viene incomprensibilmente bocciata da Lev Tolstoj. Attualmente vive.

Un pensiero riguardo “Come NON pubblicare un romanzo – I personaggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...