Benvenuto al distopico ontologico

Nei post precedenti, alla ricerca del mio genere, che dovrebbe essere lo strano «distopico ontologico» ho escluso sia il distopico puro, che l’ontologico. Non mi restava che cercare se esistesse un genere strano. Ero sfiduciato e invece esiste eccome si chiama «letteratura weird».

È arrivato il momento di mettere insieme tutte le ricerche dei post precedenti sulla ricerca del mio genere narrativo.

È un po’ distopico perché racconto una realtà immaginaria. È ontologico perché mi piace mostrare che la vera natura delle cose è diversa da come crediamo che sia. È weird perché non posso fare a meno di vedere il mondo sottosopra.

Non aspettarti quindi descrizioni ombelicali della psicologia dei personaggi nei miei romanzi, non che non piaccia chi lo fa, ho adorato «À rebours di Karl Huysmans», in cui il protagonista si immerge nei propri ricordi e si abbandona alla corrente di pensieri partoriti dalla sua mente isterica e inquieta, solo che non mi viene proprio naturale.

A questo credo vada aggiunto la mia formazione professionale, cioè la sceneggiatura. Avendo scritto per anni per l’audio visivo, la mia scrittura si è inzuppata di immagini. In una sceneggiatura non si accede al pensiero dei personaggi, che sono per lo più corpo ed azioni e non pensieri. In una son esiste la terza libera indiretta, cioè il «egli pensava che…», a meno che non si usi la voce fuori campo, espediente che odio visceralmente, perché la ritengo una paraculata scorretta, tranne che in pochi rarissimi casi. 

In poche parole, credo di poter affermare che la mia scrittura sia rapida e visiva come una sceneggiatura, ma non c’è rapidità che non sgorghi da una determinata idea del tempo ed è questo che proverò ad affrontare nel prossimo post.

Puoi leggere le bozze in anteprima e lasciare una recensione sul sito di Bookabook.

Ogni piccolo gesto e condivisione del link può aumentare il bacino dei potenziali lettori e può avvicinarmi all’obiettivo di raggiungere le 200 copie di prevendite, grazie al quale «Tutti vogliono uccidere Dio» potrà uscir a riveder le stelle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...