Ispirazione di «Tutti vogliono uccidere Dio»

Mi è stato chiesto da Bookabook da quali autori ho tratto ispirazione per scrivere «Tutti vogliono uccidere Dio». Domanda da millemila soldi, ma sopratutto angosciante quanto «Vuoi più bene a mamma o a papà?». 

La certezza è di lasciare sicuramente fuori qualcuno dalla lista, ma chi se ne importa?

Sicuramente Franz Kafka e Lewis Carrol per la loro capacità di indicare come «normalità» sia un termine autoreferenziale, cioè che indica solo la sequenza di lettere di cui è composta, senza aver un riferimento duraturo e comunicabile agli altri nell’esperienza quotidiana. Da loro ho imparato che un giorno ti svegli e tutto quello che ti è sempre sembrato normale ti si sfalda tra le mani e non c’è verso di ripararlo, perché la realtà da quel momento ti colerà per sempre tra le mani. Questo se ti dice bene, perché se ti dice male ti risvegli e… sei uno scarafaggio!

Da François Rabelais ho imparato a ridere sempre e comunque di fronte all’enormità dell’esistenza, che è talmente gigantesca da non poter mai essere scalata se non ti fai gigante pantagruelico, bulimico divoratore di vita.

Infine Jonathan Swift e Daniel Defoe, autori de «I fantastici viaggi di Gulliver» e de «Le avventure di Robinson Crusoe», per avermi insegnato il gusto degli esperimenti sociologici mentali, cioè del mettere i personaggi in situazioni che stravolgono la loro vita consolidata, per mostrarci tutta la relatività di ogni momento storico-sociale.

A tutti gli autori che si sentono ingiustamente esclusi da questa lista consiglio di contattare il mio legale per eventuali querele.

Puoi leggere le bozze in anteprima e lasciare una recensione sul sito di Bookabook.

Ogni piccolo gesto e condivisione del link può aumentare il bacino dei potenziali lettori e può avvicinarmi all’obiettivo di raggiungere le 200 copie di prevendite, grazie al quale «Tutti vogliono uccidere Dio» potrà uscir a riveder le stelle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...